Esplora contenuti correlati

Legalizzazione di Fotografie

Cos’è

La legalizzazione di fotografia è l’attestazione, da parte di una pubblica amministrazione competente, che un’immagine fotografica corrisponde alla persona dell’interessato:

  • Le amministrazioni competenti per il rilascio di documenti personali sono infatti tenute a legalizzare le prescritte fotografie presentate personalmente dall’interessato. Su richiesta di quest’ultimo le fotografie possono essere, altresì, legalizzate dal dipendente incaricato dal Sindaco.
  • Il richiedente si deve presentare personalmente munito di un valido documento di identità
  • In caso di minore di età è sempre indispensabile la presenza fisica del minore al momento dell’attività autenticatoria.
  • Qualora un minore necessiti di una fotografia autenticata per un uso differente da quello volto all’emissione di un documento di identità, è necessaria la compilazione dell’apposito modulo di richiesta, soggetto al pagamento dell’imposta di bollo, da parte di ambedue i genitori.

Documenti da produrre all’estero

Se la fotografia legalizzata deve essere consegnata all’estero, se si vuole che mantenga validità legale a tutti gli effetti, la firma del dipendente comunale autenticatore deve a sua volta essere legalizzata o apostillata nell’apposito Ufficio a ciò preposto presso la Prefettura di Frosinone.

Dove e quando richiedere le legalizzazioni

Personalmente presso lo Sportello Ufficio Relazione al Pubblico, Piazzale degli Eroi n. 13 1° piano sede comunale , dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30, il martedì e il giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00).

Quanto costa

  • La legalizzazione di fotografie è sempre soggetta all’imposta di bollo fin dall’origine, ai sensi del DPR 642/72, a meno che non sia richiesta per le fotografie prescritte per il rilascio dei documenti personali, caso in cui si emetterà in esenzione dall’imposta.
  • La marca da bollo deve essere portata personalmente dell’utente, in quanto lo Sportello Servizi al Cittadino non può cedere valori bollati.

Normativo di riferimento

  1. D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445
  2. D.P.R. n. 642 del 26/10/1972, “Disciplina dell’imposta di bollo”.
Condividi: