Esplora contenuti correlati

Buon inizio scuola a tutti!

12 Settembre 2019

La campanella sta per suonare. Inizia la scuola! Mi piace salutare questo nuovo inizio prendendo in prestito le parole di Papa Francesco. Le ho ascoltate qualche tempo fa, ma credo siano in grado di esprimere appieno l’importanza della scuola, oggi più che mai.

“La scuola ci insegna a capire la realtà. Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni.”

E allora buon inizio a voi insegnanti e a tutto il personale impegnato nelle scuole del nostro paese. Il vostro è un compito importante e delicato. Dal vostro insegnamento e dal vostro amore per la verità i nostri ragazzi impareranno l’interesse verso le materie di studio, ma sopra ogni cosa impareranno a cercare il bello che c’è in tutta la realtà.

Buon inizio a voi genitori, a chi accompagna un bimbo verso la sua prima campanella e a chi aspetta a casa il ritorno di un figlio adolescente. L’emozione è la stessa e la responsabilità cresce col crescere dei figli. A voi auguro di riuscire a guardarli sempre nella loro interezza. Non solo per il voto, buono o meno. Ma per le domande e i bisogni, piccoli o grandi, che si portano dentro.

Buon inizio a voi ragazzi, qualunque sia la vostra età. Da voi ogni giorno nasce il futuro di San Giorgio a Liri. E, badate, non lo dico per caricarvi di un fardello. Lo dico perché il vostro interesse per la realtà, la vostra apertura verso ciò che vi circonda, l’amore verso ciò che è altro da voi si formano giorno dopo giorno. E, con voi, il posto in cui vivete cambia di pari passo. La passione che metterete nelle cose che vi piace fare e la determinazione con cui affronterete quelle che inevitabilmente vi piacciono di meno sono il faro che vi guiderà lungo la vostra strada. Una strada che non percorrerete mai da soli. Lo farete con i vostri compagni, con le mamme e i papà, con gli insegnanti e con tutta la vostra comunità. Vi auguro di trovare nella scuola amici e persone capaci di tenere testa al desiderio infinito che c’è nel vostro cuore.

Per me è stato così. E, ancora oggi, sono profondamente grato per questo.
Buon inizio a tutti noi.

Condividi: