Esplora contenuti correlati

Nuova ordinanza del Ministero della Salute

20 Marzo 2020

L’ordinanza emanata oggi dal ministro della Salute, Roberto Speranza, “allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19”, vieta “l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici”.

Chiedo a tutti i cittadini di rispettare attentamente le nuove direttive del governo contenute nell’ordinanza ministeriale, in vigore dal 21 marzo e fino al 25 marzo, che stabiliscono quanto segue:

❌ è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

❌ non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto;

✅ resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

❌ sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali;

✅ restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

❌ nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o
seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

A margine di queste disposizioni, voglio appellarmi al buon senso di tutti: il virus è nel pieno della sua attività, i casi di contagio non diminuiscono come avremmo sperato e i casi di infezione si stanno moltiplicando su tutto il territorio circostante. È vero che non è espressamente vietato fare attività motoria, ma è determinante che ciascuno di noi faccia la propria parte rimanendo a casa e uscendo solo in caso di reale necessità. I rischi per la propria salute e per quella dei propri cari sono ancora altissimi.

#sangiorgiofalasuaparte

Condividi: